Il fascino del cioccolato che non si può mangiare

Cioccolato.
Dolce, amaro, al latte, fondente, ognuno ha le sue preferenze a riguardo, ma una cosa è certa: è qualcosa di più di semplice cibo, per ognuno di noi.

Il cioccolato provoca sensazioni forti, tra chi lo desidera ardentemente in ogni momento, a volte quasi in maniera morbosa, chi lo considera una parte fondamentale della sua esistenza e chi, (inspiegabilmente per i più) lo odia.

È molto più di “semplice” cibo perché nel nostro immaginario il cioccolato rappresenta il vizio, il desiderio, la passione, ed ha un valore simbolico incredibilmente potente. Non è un caso che cioccolato e arte molto spesso si fondano dando vita a creazioni dolci e spettacolari.

Come le creazioni di Alessia Tunesi, l’artista che dal 2009 utilizza il cioccolato come elemento principale per le sue opere, giocando con il suo valore simbolico e lanciando un messaggio profondo.

taraxacum

L’artista perugina (e da dove poteva venire se non da Perugia, la patria del cioccolato?) si allontana dalla forma artistica della scultura, particolarmente diffusa quando si parla di cioccolato, per sperimentare invece una tecnica del tutto nuova per quanto riguarda questo ingrediente: la pittura.

Nelle meravigliose opere di Alessia, il cioccolato bianco e quello fondente si mischiano sulla tela in un gioco di negativi, andando a creare ritratti, forme sinuose, scorci della sua Perugia, a volte icone pop.

Tex

Tuttavia la forma artistica di pitturare con il cioccolato non è l’unica particolarità che rende così interessante il lavoro dell’artista.

Alla base di ogni opera infatti c’è la scelta di utilizzare il cioccolato proprio per il suo significato e per le sensazioni che questo può trasmettere. E la vera spettacolarità nell’uso di questo ingrediente da parte dell’artista sta nella “vita” che il cioccolato per sua natura dà alle opere.
Opere che prendono vita e che mutano nel tempo, proprio al variare delle sfumature che il cioccolato assume con l’invecchiamento e con il passare delle diverse stagioni, schiarendosi o scurendosi a seconda delle condizioni e creando così immagini sempre nuove ed affascinanti.

Grazie a questa tecnica sperimentale e alla natura stessa del cioccolato, le opere di Alessia Tunesi mutano nel tempo appunto , mostrando sfumature uniche e sempre diverse ogni volta che le si guarda.

marisol1

Infine, Alessia non si limita al valore estetico nelle sue opere e, oltre alla scelta di utilizzare il cioccolato per “dare vita”, o meglio “vite diverse” nel tempo, alle sue creazioni, l’artista manda un altro messaggio deciso e diretto attraverso la scelta di utilizzare per i suoi lavori solo cioccolato scaduto.

L’artista dà ai suoi quadri un valore più profondo proprio attraverso il riutilizzo di cibo che altrimenti andrebbe gettato, creando così opere “ecologiche” che, oltre ad essere meravigliose, uniche e “mutevoli” nel tempo, si presentano come forma di riciclo alimentare estremamente creativo e fanno riflettere sugli sprechi della nostra società.

melody

-Divi-

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...